Napoli-Monza 4-0: Kvaratskhelia dà spettacolo. A segno anche Osimhen e Kim

Posted on

NAPOLI –  Nel segno di Khvicha Kvaratskhelia, il cui quasi impronunciabile nome è stato imparato in fretta dai tifosi dello stadio Maradona, che lo hanno scandito per celebrare la doppietta del nuovo acquisto contro il Monza. L’attaccante goergiano ha messo in discesa la partita nel primo tempo e l’ha chiusa nella ripresa, con due prodezze che sono state inframezzate dal gol poco prima dell’intervallo di Osimhen. Tutto facile per gli azzurri, che hanno quasi bissato con un rotondo 4-0 (poker a tempo scaduto di Kim) la goleada del debutto contro il Verona e restano a punteggio pieno in vetta alla classifica. Spalletti non ha avuto nemmeno bisogno di mettere in campo gli ultimi arrivati. La gara è stata a senso unico ed è un campanello di allarme per Stroppa, che dovrà ancora lavorare molto per dare ai suoi un assetto più solido. Solo sorrisi invece per la folla di Fuorigrotta, che si è divertita e ha apprezzato lo spettacolo.

<>

La cinque reti di Ferragosto al Bentegodi e gli ultimi tre colpi del mercato (Raspadori, Ndombele e Simeone, tutti convocati e portati in panchina) avevano già riacceso alla vigilia l’entusiasmo intorno al Napoli, accolto al suo ritorno allo stadio Maradona da quasi 40 mila spettatori. Acqua passata i veleni di inizio estate, effetto collaterale della fine del vecchio ciclo e delle traumatiche partenze di Koulibaly, Insigne, Mertens e Ospina: leader tecnici, pilastri della formazione di Spalletti e idoli dei tifosi. Ma De Laurentiis ha subito ricostruito il puzzle azzurro con una promettente campagna acquisti e per questo il neo capitano Di Lorenzo e i suoi compagni hanno potuto beneficiare al loro ritorno a casa della poderosa spinta della folla di Fuorigrotta, che ha invece un po’ intimidito il Monza nelle prime fasi della gara. Sono dunque fioccati in fretta i pericoli per il portiere Di Gregorio, spaventato da Lozano e Kim e poi molto bravo a opporsi con i riflessi a un colpo di testa di Osimhen. Per una ventina di minuti si è giocato in una sola metà campo e nell’area ospite si sono susseguite le mischie, con Anguissa nel ruolo di trascinatore e Kvaratskhelia smanioso di mettersi in evidenza sulla sinistra. Il bunker di Stroppa tuttavia ha retto bene e la formazione lombarda si è finalmente affacciata a sua volta in avanti con un tiro a lato di Filippo Ranocchia.

Le pagelle di Napoli-Monza: Kvaratskhelia illuminante, Sensi senza energie

di Marco Azzi 21 Agosto 2022

Ma è stata soltanto una parentesi e subito dopo è ripreso l’assalto ragionato del Napoli, che non è riuscito a sfruttare un paio di calci piazzati con Zielinski e ha creato un altro pericolo con un cross di Lozano. Per far saltare il banco c’è voluta però una prodezza di Kvaratskhelia, che ha mandato il pallone a sbattere sul palo interno e poi in fondo alla rete con un bel tiro a giro dal limite dell’area: la specialità del suo predecessore, Insigne. Liberatorio il boato del Maradona, con i 40 mila tifosi che sono riusciti in qualche modo a rispondere all’invito dello speaker e a pronunciare decorosamente il nome (abbastanza complicato) del nuovo acquisto. L’attaccante georgiano ha invece continuato a farsi capire benissimo in campo e ha mandato in porta pure Osimhen, che ha mancato il bersaglio con un tiro alto da facile posizione. Appuntamento con il gol peraltro solo rimandato di qualche istante, per il bomber nigeriano, che è riuscito a firmare il raddoppio nel recupero con un potente diagonale, sfruttando un assist sulla corsa di Anguissa. Bruciato nella circostanza in velocità Andrea Ranocchia, che si è poi seriamente infortunato alla caviglia in avvio di ripresa ed è stato costretto a uscire in barella, lasciando ancora di più nei guai la squadra di Stroppa.

Napoli, Spalletti: “Gara comandata. Kvaratskhelia? Vi farà vedere che giocatore è”

21 Agosto 2022

Nessun problema invece per Spalletti, che aveva già confermato in blocco gli undici titolari di Verona e ha insistito con loro anche nel secondo tempo, subito acceso da un paio di lampi di Kvaratskhelia. Il doppio vantaggio ha permesso al Napoli di giocare sul velluto e ha brillato soprattutto il talento del georgiano, che ha lasciato sul posto il suo marcatore e ha firmato di sinistro il tris (17’), confezionando un gol gioiello. Da record il debutto al Maradona con una doppietta del nuovo attaccante, portato virtualmente in trionfo dai tifosi con una meritata ovazione. È lui l’uomo simbolo della rivoluzione azzurra, cominciata nel migliore con due vittorie di fila in campionato. Unica pecca qualche disattenzione difensiva sulle palle alte, come a Verona. Il Var ha annullato tuttavia il gol di testa dell’ex Petagna, viziato da una precedente scorrettezza.

Senza storia a parte il quarto gol di Kim – di testa nel recupero – il finale, con Spalletti che ha concesso a una ventina di minuti dalla fine la standing ovation a Kvaratskhelia, sostituito da Elmas. Il Monza ha provato almeno a concludere la partita in avanti e ha creato qualche pericolo per Meret, attento nelle uscite e tra i pali. Ma in arrivo c’è lo stesso il più esperto portiere Navas, anche in previsione della Champions. Prima però Spalletti si dedicherà al rodaggio di Ndombele, Raspadori e Simeone. Nella prossima trasferta a Firenze torneranno utili pure loro. 

Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verification for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.