Elezioni politiche 2022: le news del 21 agosto. Conte apre al Pd, ma poi frena

Posted on

Tra malumori locali, rinunce e paracadutati, rush finale per presentare le liste, ancora in alto mare nel centrodestra. Notte di lavoro in Forza Italia dove non mancano le polemiche. Caso Casellati in Basilicata. In Molise c’è il caso Lotito, candidato tra le proteste. Verso un scontro Sgarbi-Casini a Bologna. Mentre Giulio Tremonti conferma che correrà con FdI. Rossella Muroni accetta la proposta di Letta. A Novara polemiche per rumors sull’ex viceministra Castelli al posto di militante storica del Pd, ma l’ex M5S smentisce. Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, attacca i dem: “Che tristezza la sinistra mettere in dubbio Israele”. Mentre Giorgia Meloni si scaglia contro il candidato dem Sarracino per un post “leninista”. Dopo il fratello Marcello, anche Gianni Pittella lascia il Pd e va nel Terzo polo. Carlotta Chiaraluce (Casapound) capolista nel Lazio per Italexit, il movimento di Paragone. Intanto Enrico Mentana invita a una sfida tv La7 tra tutti i leader per venerdì 23 settembre. Conte accetta e apre al Pd: “Prospettiva col Pd ci può stare, impossibile governare da soli”. Poi la retromarcia

Verso le elezioni, la campagna elettorale in tempo reale 

“Al Voto” La newsletter per le Elezioni | Rosatellum Legge elettorale, una spiegazione semplice

 

Punti chiave

  • 20:52Azione, Gelmini in “tandem” con Renzi in Lombardia
  • 19:19Craxi, sfida in famiglia: Bobo corre per il centrosinistra Stefania per Forza Italia
  • 19:11Meeting di Rimini, mercoledì sul palco ci sarà Mario Draghi
  • 18:10Lotito candidato in Molise per Forza Italia
  • 17:53Ascani (Pd); “Stanno candidando Tremonti quello che ha tagliato 3 miliardi alla sanità e 8 alla scuola”
  • 16:46Conte: “Sono stato travisato sul Pd,nella situazione attuale mai al tavolo con loro”
  • 16:20Tremonti: “Alla sinistra, dopo dieci anni di governo, un po’ di opposizione farebbe bene”
  • 15:41Tremonti conferma: mi candiderò con Fratelli d’Italia
  • 15:32Speranza: Meloni e Salvini siano chiari sui vaccini. Costa escluso perché pro vax?
  • 15:16Conte: “Prospettiva col Pd ci può stare, impossibile governare da soli”
  • 13:34Sgarbi sfida Casini nel collegio di Bologna
     
  • 13:28Conte, accetto invito Mentana per confronto con tutti leader. No ad accordi privati Letta-Meloni
     
  • 12:32Castelli, uninominale a Novara? No grazie. Casa mia è Collegno
  • 12:21Chiaraluce (Casapound) capolista Italexit nel Lazio. Paragone deposita le firme
     
  • 11:04Mentana, La7 pronta a confronto tv leader quattro poli venerdì 23 settembre

22:42

Rosato (Iv): “Parte terzo polo, lo sento casa mia”

“Si parte! Inizia un vento nuovo per la politica, parte il progetto del terzo polo, uno spazio centrale e riformista, alternativo agli estremismi e gli eccessi di destra e sinistra. E’ la mia casa e la mia strada. La sento tale, sento che serve al Paese, credo che la possiamo costruire a partire da questa campagna elettorale forzata a cui siamo stati costretti da chi in modo irresponsabile ha fatto cadere il governo Draghi”. Lo scrive il presidente di Italia Viva, Ettore Rosato, su Facebook.

22:09

Lia Quartapelle (Pd): “La campagna elettorale non è mostrare video di stupri. Fermiamoci”

“La campagna elettorale dovrebbe essere un momento in cui si discute con i cittadini del futuro che si immagina per l’Italia. Sta diventando invece l’occasione di mostrare sui social il video di uno stupro. Fermiamoci. La discussione democratica e’ un’altra cosa”. Lo scrive su Twitter Lia Quartapelle, responsabile Esteri del Pd, commentando il video della violenza sessuale avvenuta a Piacenza

22:02

Marco Rizzo capolista di Italia sovrana e popolare nelle Marche

Marco Rizzo è capolista nella lista plurinominale per la Camera di Italia sovrana e popolare, coalizione composta dalle forze dell’antagonismo sociale e politico nazionale. presentata oggi alla Corte di Appello di Ancona. Capolista al Senato nel plurinominale è invece Fabio Pasquinelli, avocato di Osimo, già candidato presidente di liste di sinistra alle regionali del 2020. Capolista al Senato nel plurinominale è invece Fabio Pasquinelli, già candidato presidente di liste di sinistra alle regionali del 2020. “In soli 12 giorni a cavallo di Ferragosto abbiamo raccolto più di 1500 sottoscrizioni. Oggi Italia Sovrana e Popolare risulta nei verbali come la numero 1 depositata nelle Marche” dice Pasquinelli.

21:40

Eugenia Roccella tra i candidati di FdI

C’è anche l’ex sottosegretario al ministero della Salute nel Berlusconi quater, Eugenia Roccella, tra i candidati di Fdi, per le elezioni del 25 settembre Roccella è stata portavoce nazionale di ‘Più Famiglia’, il cartello cattolico che indisse il Family Day.

21:15

Rita Dalla Chiesa candidata per Forza Italia in Puglia e in Liguria

In Forza Italia lo descrivono come un “colpo” del Cav. Silvio Berlusconi, da quanto risulta a Repubblica, candiderà l’ex conduttrice Rita Dalla Chiesa. Correrà in Puglia, dove avrà un collegio uninominale blindato, e sarà schierata come capolista anche in Liguria, al proporzionale. Primogenita del generale dei carabinieri e vittima della mafia Carlo Alberto, la giornalista ex volto Rai ingaggiato da Mediaset, dove è conosciuta soprattutto per la trasmissione Forum, che lasciò a malincuore nel 2013, è stata vicina a Giorgia Meloni. La leader di FdI nel 2016 la propose alla coalizione come candidata sindaco di Roma, ma non se ne fece nulla, tanto che a quella tornata si presentò Meloni in prima persona, con il centrodestra diviso. Ora l’esordio in politica di Dalla Chiesa è completo, in Parlamento.

di Lorenzo De Cicco

20:52

Azione, Gelmini in “tandem” con Renzi in Lombardia

Stretta finale sulle liste di ‘Azione’. Mariastella Gelmini è pronta a scendere in campo. Il ministro degli Affari regionali, apprende l’Adnkronos, dovrebbe candidarsi nella sua Lombardia, per il Senato, a Milano e Brescia, in tandem con Matteo Renzi: sarà seconda nel proporzionale, dietro il leader di Italia viva. Gelmini correrà, seconda nel listino proporzionale, sempre a palazzo Madama, pure in Campania e in Toscana.

20:33

Piacenza, Meloni: “Non si può stare in silenzio davanti a una violenza sessuale. Ridare sicurezza alle città”

“Non si può rimanere in silenzio davanti a questo atroce episodio di violenza sessuale ai danni di una donna ucraina compiuto di giorno a Piacenza da un richiedente asilo. Un abbraccio a questa donna. Farò tutto ciò che mi sarà possibile per ridare sicurezza alle nostre città”. Lo scrive su Twitter il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, commentando lo stupro di Piacenza.

20:30

Gelmini,: “Milano città più cara, da Azione sostegno a famiglie”

“Brutta sorpresa per chi rientra a Milano: per il Codacons è la città più cara d’Italia, in cui si spende di più per prodotti alimentari e servizi. Stipendi e pensioni troppo basse sono la vera emergenza. Il nostro programma elettorale parte dal sostegno alle famiglie”.
Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie ed esponente di Azione.

19:58

Chiuse le liste in Campania, Berlusconi e Tajani capolista. Seggio certo per Fascina

Silvio Berlusconi sarà il ‘front man’ e con lui ci sarà anche il numero due Antonio Tajani. Sono ormai pronte, apprende l’Adnkronos, le liste di Forza Italia in Campania, dove, raccontano, non sarebbe stato confermato nessun ‘uscente’. Il Cav sarà capolista al Senato nel proporzionale, seguito dal capogruppo a palazzo Madama, Annamaria Bernini. Tajani, invece, guiderà il listino a Montecitorio. Dietro di lui Marta Fascina, la ‘quasi moglie’ del leader azzurro, che avrà un seggio blindato. ‘Lady B’ dovrebbe correre in tutti e quattro i collegi proporzionali, Campania 1 e 2. L’obiettivo del coordinatore regionale Fulvio Martusciello, raccontano, è portare in Parlamento un consistente pacchetto rosa.Con questo schema dei tre posti bloccati, infatti, fanno notare fonti azzurre campane, dovrebbero spuntarla tutte le donne che saranno schierate anche al quarto posto nel listino della Camera: ovvero, Amelia Forte, Teresa Formisano; Giuliana Franciosa, Carla Ciccarelli e Annarita Patriarca, che si presenterà anche nel maggioritario di Torre del Greco

19:48

Fratoianni (Si): “E’ una frottola che il reddito di cittadinanza sia concorrente con il lavoro”

“Un salario giusto è un diritto, dobbiamo intervenire sul mercato del lavoro, disboscare la selva dei contratti precari, in Italia ce ne sono 40. E’ arrivato il momento di cambiare strada. Che il reddito di cittadinanza sia diventato concorrente con il lavoro è una frottola”. Lo dice il segretario di Sinistra italiana Nicola Fratoianni al Tg4, parlando delle difficoltà degli imprenditori a trovare lavoratori. “Il reddito di cittadinanza si attesta attorno ai 500 euro, 500 euro non sono competitivi rispetto al mercato del lavoro. Questa sciocchezza togliamola dal tavolo e aggiustiamo il mercato del lavoro, ridiscutendo anche la politica sulla migrazione”

19:45

M5S, Chiara Appendino in corsa all’uninominale e al proporzionale

Liste depositate anche per il Movimento 5 Stelle piemontese, primo, questa mattina, a varcare la soglia del Tribunale di Torino. Nessuna sorpresa per i listini plurinominali, in larga misura già noti e determinati dall’esito delle cosiddette “parlamentarie”: sarà Chiara Appendino, ex sindaca di Torino, a guidare la pattuglia M5S per la Camera sia in Piemonte 1 che in Piemonte 2, mentre al Senato in Piemonte 1 sara’ capolista Elisa Pirro, senatrice uscente, e in Piemonte 2 il senatore uscente Ettore Licheri (di Sassari). Il deposito delle liste ha svelato anche i nomi dei candidati nei collegi uninominali. Per la Camera saranno in pista Carlotta Tevere (Torino 1), Chiara Appendino (Torino 2), Luca Carabetta (Collegno), Antonino Iaria (Chieri), Antonella Pepe (Moncalieri), Mario Iacopino (Novara), Giuseppe Paschetto (Vercelli), Antonella Scagnetti (Alessandria), Massimo Cerruti (Asti) e Rosina Serratore (Cuneo).Per il Senato i candidati sono Alberto Unia (Torino), Elisa Pirro (Moncalieri), Luca Zacchero (Novara), Susy Matrisciano (Alessandria) e Roberto Falcone (Cuneo).

19:19

Craxi, sfida in famiglia: Bobo corre per il centrosinistra Stefania per Forza Italia

In Sicilia si profilerebbe una sfida tutta in famiglia, tra i due fratelli Craxi. Secondo gli ultimi boatos Stefania, attuale senatrice azzurra alla guida della commissione Esteri di palazzo Madama, potrebbe essere dirottata nell’isola, sempre in quota Forza Italia: per lei ci sarebbe un collegio uninominale. Qui ritroverebbe il fratello Bobo, che proprio oggi ha accettato con un post sui social di candidarsi per il centrosinistra, nel maggioritario di Palermo.

19:11

Meeting di Rimini, mercoledì sul palco ci sarà Mario Draghi

Mario Draghi: senza dubbio è lui il personaggio più atteso al Meeting di Rimini, che pure ha già messo nel carniere i messaggi del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e di Papa Francesco, l’intervento del commissario Ue per l’Economia Paolo Gentiloni, il video della presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola, la giornata che ha visto oggi protagonista il cardinale Matteo Zuppi presidente della Cei e dunque dei vescovi italiani; e che si prepara a ospitare i leader dei partiti.

Per il premier uscente si tratta di una sorta di ritorno proprio sul quel palco che in qualche modo lanciò la sua chiamata a Palazzo Chigi da parte del Quirinale: allora, era l’agosto del 2020, l’intervento dell’ex governatore prima della Banca d’Italia e poi della Bce fu applauditissimo dal popolo ciellino e dalle migliaia di persone che affollavano la Fiera di Rimini, dove si svolge tradizionalmente il Meeting. E tutto fa propendere per l’ipotesi che anche il 24 agosto, a un mese dalle elezioni politiche provocate dalla caduta anticipata del suo governo, in tanti batteranno le mani a colui che viene ancora definito da molti italiani ‘Super Mario’.

Mario Draghi (ansa) 19:06

Agcom esaminerà la lettera di Barachini su il confronto dei leader a “Porta a porta”

L’Agcom, nella prossima riunione, già convocata per mercoledì 24 alle 15.30 (dopo la presentazione delle liste elettorali), “esaminerà la lettera del Presidente della Commissione per l’indirizzo e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi”, Alberto Barachini “sulle modalità di organizzazione delle presenze delle varie forze politiche nell’ambito della trasmissione ‘Porta a Porta’ durante il periodo elettorale e, in particolare, nella fase conclusiva del medesimo, e le altre segnalazioni pervenute al riguardo”. E’ quanto si legge in una nota dell’Agcom.

19:01

Berlusconi: “Noi siamo il punto di riferimento del centrodestra che può vincere olo se FI sarà il partito trainante”

“Noi siamo il punto di riferimento del centrodestra, l’unico vero centro che interpreta i valori liberali, europeisti e atlantisti. Siamo pronti a tornare alla guida del Paese. Il centrodestra deve e puo’ vincere queste elezioni, solo se Forza Italia sara’ il partito trainante”. Lo scrive Silvio Berlusconi su twitter

18:41

Casini a Sgarbi: “Benvenuto a Bologna. Io non ho mai insultato nessuno”

”Benvenuto a Sgarbi a Bologna. In più di 40 anni di vita pubblica non ho mai insultato nessuno e ho sempre rispettato tutti: cosa che farò anche per il futuro. Buon lavoro e forza Bologna”. Lo dice Pier Ferdinando Casini  rispondendo così al critico Vittorio Sgarbi che in un post aveva detto che Casini, a Bologna (dove sono candidati entrambi) era “una statua , un orologio, Non si vede mai”.

18:33

Stupro a Piacenza. Salvini: “Difendiamo i confini”. La reazione del Pd: “Non strumentalizzare”

A Piacenza una violenza brutale, vittima una donna 55enne di nazionalità ucraina. L’aggressore un 27enne ghanese.
Lo stupro, fermato, l’uomo arrestato grazie all’intervento della polizia, allertata da un residente. E l’episodio entra in campagna elettorale, con lo scontro tra la destra e il Pd. Matteo Salvini sottolinea lo status di “‘richiedente asilo'” dello stupratore. “Basta! Difendere i confini e gli Italiani per me sarà un dovere, non un diritto. Sarò presto a Piacenza, per confermare l’impegno della Lega per restituire sicurezza al nostro Paese”, dice il leader della Lega. Anche Fratelli d’Italia interviene, con il deputato Tommaso Foti, che premette di non voler strumentalizzare il “gravissimo episodio” che “offende non solo la vittima ma una città che si è dimostrata ospitale nei confronti di chi, all’evidenza, non lo meritava”. I fatti attestano, secondo Foti, “come la politica dell’immigrazione ad oggi perseguita faccia acqua da tutte le parti”. La risposta del Pd è affidata a Valeria Valente, presidente della commissione femminicidio, e a Cecilia D’Elia, presidente della conferenza delle donne. “Uno stupro è uno stupro: la violenza di un uomo contro una donna deve essere condannata senza distinzioni riguardo alla cittadinanza di chi lo compie. Ma a Salvini interessa solo quella perché cerca voti contro i migranti e non vede la violenza maschile contro le donne”, dice D’Elia.
Valente considera “raccapricciante il tentativo di Fdi e Lega di strumentalizzare anche la violenza sulle donne a fini elettorali. La destra sa bene che non c’entra con l’inesistente invasione dei migranti, cavallo di battaglia di un Salvini a corto di idee”.

18:10

Lotito candidato in Molise per Forza Italia

Dopo molte discussioni, la notizia è ufficiale, secondo fonti di centrodestra: il presidente della Lazio e imprenditore Claudio Lotito è candidato al Senato all’uninominale in Molise. Sempre in Molise, alla Camera il candidato per il centrodestra sarà il segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa.

17:56

Marcucci (Pd): “Felice candidatura Ceccanti. Non si può rinunciare a uno come lui”

”Sono molto felice per la candidatura di Stefano Ceccanti per almeno due motivi. Il primo è che non si può rinunciare per nessun motivo alla candidatura di uno come lui, il secondo è che saremo sullo stesso fronte tra Pisa e Livorno”. Lo scrive su Twitter il senatore Pd Andrea Marcucci.

17:53

Ascani (Pd); “Stanno candidando Tremonti quello che ha tagliato 3 miliardi alla sanità e 8 alla scuola”

“Stanno candidando Giulio Tremonti – quello che ha tagliato 3 miliardi alla sanità e 8 miliardi alla scuola, quello che ci ha portati a un centimetro dal default – e parlano dei post sui social dei candidati degli altri”. Così in un tweet della sottosegretaria al Mise e vice presidente del Pd Anna Ascani.

16:59

Sgarbi: “Mattarella nomini Casini senatore a vita. A Bologna è come una statua, non ci mette mai piede” .

“Chiedo a Mattarella di nominare Casini senatore a vita, perché al Senato è come una statua o un orologio. Se, infatti, dovesse essere eletto a Bologna, rappresenterebbe solo se stesso, essendo ormai lontano fisicamente dalla città. E’ un fantasma”. Lo dice Vittorio Sgarbi, da neocandidato al collegio senatoriale di Bologna dove se la vedrà proprio con Pierferdinando Casini.
“Nasce politicamente con l’Udc – dice Sgarbi riferendosi al suo sfidante – che oggi candida me contro di lui”. E sui suoi social scherza: “Stavolta invece di farli i ‘Casini’, li dovrò tacitare”.
Sgarbi si candida a Bologna sul progetto “Bologna città d’arte: “Deve diventare patrimonio dell’Unesco non solo per i suoi portici, ma per l’immenso patrimonio artistico, da Niccolò dell’Arca a Morandi. Bologna ha un patrimonio artistico del Rinascimento che è pari a quello di Venezia e Firenze”. Il 27 agosto prevista la prima tappa in città: al suo fianco ci sarà Giovanni Favia, uno dei primissimi eletti e primissimi epurati del Movimento 5 stelle.

Vittorio Sgarbi  16:46

Conte: “Sono stato travisato sul Pd,nella situazione attuale mai al tavolo con loro”

“Mi spiace deludere qualche titolista, qualche giornale, ma penso che il mio pensiero sia stato forzato e travisato. Oggi ho dichiarato che mi auguro di governare da solo ma che so anche quanto sia improbabile poter avere un Governo con una sola forza politica. A proposito del dialogo con altre forze politiche come il Pd, a precisa domanda ho risposto che le delusioni che abbiamo incassato ci porteranno ad essere molto più prudenti e intransigenti sul rispetto delle nostre condizioni e dei nostri valori. L’esperienza maturata deve farci ancor più riflettere”. Lo precisa, con un post su Facebook, il leader del M5S Giuseppe Conte.

“Mi sembra evidente, peraltro, che ad oggi il Pd abbia preso un’altra strada rispetto alla nostra e alle priorità di Governo che abbiamo condiviso nel Conte 2. Nelle condizioni attuali con i vertici nazionali del Pd folgorati dell’agenda Draghi non potremmo nemmeno sederci al tavolo. E noi i nostri valori, le nostre battaglie non li svendiamo. Lo abbiamo già dimostrato, senza paura di pagarne il prezzo”, conclude l’ex presidente del Consiglio.

M5S, Conte: “Collaborare di nuovo col Pd? Ci può stare”

 

16:35

Napoli( Azione): “Intesa Letta Calenda? Le previsioni di Calenda quindi erano giuste”

“Giuseppe Conte non esclude, che in politica equivale a dire certamente, la possibilità di una ritrovata intesa con il Pd all’indomani delle elezioni. Esattamente come ha previsto Carlo Calenda: la traiettoria del Pd è già disegnata e all’indomani del voto quel partito si riconsegnerà anima e corpo all’arcipelago del populismo grillino”. Lo dichiara il deputato di Azione Osvaldo Napoli. “La disponibilità di Conte non è solo un espediente elettorale, ma è la fotografia impietosa della confusione strategica in cui versa il Partito democratico: impotente a imboccare una via riformista, finirà risucchiato nel radicalismo dei Cinquestelle”, conclude Napoli.

16:23

Orfini (Pd): “Basta scandalizzarsi per vecchi post di giovani militanti”

“Gente che in Parlamento applaude quando viene bocciato il ddl Zan, che semina odio sui migranti, che nega la cittadinanza a migliaia di bambini, che considera colpevoli i poveri…e poi si scandalizza per i vecchi post di giovani militanti. Ma fatela finita”. Lo scrive su Twitter il deputato dal Pd Matteo Orfini.

16:20

Tremonti: “Alla sinistra, dopo dieci anni di governo, un po’ di opposizione farebbe bene”

“Giorgia Meloni la conosco da quando era anche lei vicepresidente della Camera e poi come collega ministra nel governo Berlusconi. Io credo che l’interesse di questo Paese sia portare avanti il blocco elettorale di centrodestra, io penso e spero che abbia fortuna e la capacità di governare. Per la sinistra un po’ di opposizione vera, dopo 10 anni di governo, forse non sarebbe male”. Così l’ex ministro Giulio Tremonti, ospite di ‘Mezz’ora in più’ in onda su Rai3.

16:15

M5S, Majolo esclusa dalle liste. In alcuni post di 10 anni fa sosteneva Berlusconi

Secondo fonti del M5S, Claudia Majolo è stata esclusa dalle liste elettorali del Movimento 5 Stelle. La decisione è stata presa dopo che sono stati resi noti dei posto sui social di una decina di anni fa, in cui dichiarava il suo forte sostegno a Silvio Berlusconi.

16:13

Letta propone a Ceccanti di candidarsi col Pd a Pisa

Il segretario del Pd Enrico Letta ha proposto a Stefano Ceccanti, costituzionalista e deputato uscente, di candidarsi alla Camera nel collegio uninominale di Pisa.

15:50

Botta e risposta Albertini-Calenda sulla mancata candidatura ex sindaco di Milano

Botta e risposta tra Gabriele Albertini e il leader di Azione-Italia Viva, Carlo Calenda sulla mancata candidatura dell’ex sindaco di Milano nel collegio uninominale del capoluogo lombardo.

Sfumata la candidatura, Albertini rivela il retroscena. “Calenda”, dice in un’intervista al ‘Qn’, ha scelto di “conservare i seggi blindati per gli uomini di Azione. Non mi ha neppure risposto. La mia candidatura poteva rappresentare un valore in più dal punto di vista elettorale”.
Il leader di Italia viva Matteo Renzi, “invece ha insistito per la mia candidatura a Milano”, riporta Albertini. “Calenda e Renzi hanno due modi diversi di intendere la leadership.
Preferisco Renzi, che oltretutto ha fatto un passo indietro pur di dar forza al Terzo polo”. In ogni caso “voterò Terzo polo – rivela l’ex sindaco – certamente Renzi come capolista al Senato a Milano e penso che sceglierò il Terzo polo anche alla Camera, ma con qualche interrogativo in più”.

“Non vedo Albertini dall’epoca di Scelta Civica, direi quasi dieci anni – risponde Calenda sui social -. Una settimana fa ha chiesto una doppia candidatura a Milano con un messaggio. Non essendo mai stato iscritto ad Azione, mi è sembrata una proposta quantomeno stravagante.

 

15:41

Tremonti conferma: mi candiderò con Fratelli d’Italia

“Direi di sì e lunedì tutto sarà pubblico. Comunque se vuole tolgo il ‘direi’ e dico sì'”. Così l’ex ministro Giulio Tremonti annuncia la sua candidatura per Fratelli d’Italia alle prossime elezioni. L’ha detto a ‘Mezz’ora in più’ in onda su Rai3.

15:32

Speranza: Meloni e Salvini siano chiari sui vaccini. Costa escluso perché pro vax?

“Il mio sottosegretario alla Salute, che è di centrodestra e ha idee diverse dalle mie, forse non sarà neanche candidato forse perché è troppo pro vax? Invito tutti a dire con chiarezza che l’evidenza scientifica è fondamentale e che sui vaccini non si indietreggerà di un millimetro. Sfido Salvini, Meloni e altri a dirlo con chiarezza Gli italiani hanno diritto a saperlo”. Così Roberto Speranza, ministro della Salute ospite di ‘Mezz’ora in più’ su Rai3. Quindi ha citato alcuni esponenti di centrodestra come Borghi della Lega o Malan di Fratelli d’Italia, vada a vedere i loro tweet. Mi auguro che ci siano parole chiare su questo”.

15:25

Speranza, M5s? Avversario è la destra

“Io penso che l’avversario sia la destra. C’è stato un momento di frattura con il M5s che a me dispiace. Con Giuseppe Conte abbiamo preso scelte difficilissime insieme. Oggi c’è una campagna elettorale e il punto è se l’ltalia decide di stare dal lato dei sovranisti con Meloni e Salvini o con il centrosinistra”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervistato su Rai 3  da Lucia Annunziata interpellato su una possibile alleanza futura con i 5 Stelle. In precedenza l’esponente di Leu aveva stretto la mano in studio a Giuseppe Conte augurando “in bocca al lupo” al presidente M5S.

15:16

Conte: “Prospettiva col Pd ci può stare, impossibile governare da soli”

“Mi auguro di governare da solo ma questo dipende dai cittadini. Realizzare un monocolore diventa un pò improbabile, quindi la prospettiva, domani, di dover lavorare con altre forze politiche, a partire dal Pd, ci può stare” ma “le delusioni maturate ci rendono ancora più prudenti ed esigenti, direi intransigenti”. Lo dice a ‘Mezz’ora in più’ su Rai Tre il presidente del M5S, Giuseppe Conte: “D’ora in poi ci sederemo a un tavolo con condizioni ancora più chiare del passato… Non cederemo su nulla”, avverte l’ex premier.

 

15:14

Conte, non ritengo Meloni pericolo per la democrazia
 

“Quando leggo il programma della Meloni lo ritengo per la maggior parte inadeguato. Da cittadino italiano, prima che da politico ritengo che alcune soluzioni sono strampalate. Però non ritengo che la Meloni al Governo sia un pericolo per la democrazia. Abbiamo un sistema di pesi e contrappesi adeguato”. Lo ha detto Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 stelle, ospite di “Mezz’ora in più”, su Rai 3.

14:43

Conte, non invitati a meeting Rimini, esclusi dal confronto tv. Siamo forza politica scomoda

 

Al meeting di Rimini “non mi hanno invitato. Evidentemente io e il Movimento 5 Stelle non siamo potenti e accreditati a partecipare a un incontro in cui sono stati invitati tutti i leader”. Lo ha detto il presidente M5S ospite di In mezz’ora in più su Rai 3. “C’è una conventio ad excludendum, ce ne faremo una ragione, giudicheranno i cittadini. Spero che non sia fortunata per chi la utilizza”, ha aggiunto Conte.

“E’ chiaro che siamo una forza politica scomoda, lo siamo sempre stati anche quando io non c’ero. Con me continua ad essere una forza politica scomoda e continuerà ad esserlo”, ha aggiunto lamentando la sua esclusione dal confronto tv tra Enrico Letta e Giorgia Meloni.

 

 

14:04

Meloni attacca Sarracino: in Pd chi è pro Urss, Letta lo dirà a tv estere?
 

“Dopo i giovani candidati del Pd che negano il il diritto all’esistenza e alla sicurezza di Israele, arriva anche chi inneggia all’Unione sovietica. Questo è il post del segretario metropolitano del Pd di Napoli, Marco Sarracino, uno dei capolista under 35 scelti direttamente da Enrico Letta.
Sarracino, candidato alla Camera nel collegio plurinominale Napoli 2, ha scritto: ‘Buon anniversario della rivoluzione’.

Bolscevica, ovviamente. Con tanto di foto di Lenin e Armata rossa. Chissà se Letta rivendicherà anche questo nelle sue interviste alle tv estere, chissà quanto la comunità internazionale apprezzerà un partito che inneggia all’Unione sovietica – un regime totalitario comunista che ha oppresso per mezzo secolo la libertà dei popoli europei, facendo milioni di morti – mentre, tra l’altro, i carri armati russi entrano in Ucraina con tanto di falce e martello a rivendicare proprio i confini dell’Urss”. Così la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni su Facebook.

13:34

Sgarbi sfida Casini nel collegio di Bologna
 

Sarà il critico d’arte ferrarese Vittorio Sgarbi a sfidare Pierferdinando Casini nel collegio uninominale del Senato di Bologna. Lo scrive l’ANSA citando fonti del centrodestra, che domani presenterà ufficialmente le liste alla Corte d’Appello.
La candidatura di Casini è sostenuta dal Pd e dagli altri partiti della coalizione, mentre quella di Sgarbi sarà collegata con le liste di Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia e della lista centrista che compongono la coalizione. Il centrosinistra considera il collegio senatoriale bolognese fra quelli di sicura elezione.

13:28

Conte, accetto invito Mentana per confronto con tutti leader. No ad accordi privati Letta-Meloni
 

“Approfitto dell’occasione per accettare l’invito di Enrico Mentana del 23 settembre per un confronto con tutti i leader e non solo con i due che litigano in pubblico e si accordano in privato”. Lo annuncia su Facebook il presidente M5S Giuseppe Conte. “Complimenti al direttore del TG di La7: la tv privata si offre al servizio pubblico in linea con una effettiva tutela della ‘par condicio’ e del diritto dei cittadini ad essere pienamente informati”, aggiunge Conte.

 

12:32

Castelli, uninominale a Novara? No grazie. Casa mia è Collegno

“Scopro dai giornali, e da qualche simpatico tweet, che sarei candidata all’uninominale di Novara. No grazie, ‘casa mia’ è Collegno, se la coalizione ha fatto altre scelte ne prendo atto e in pieno spirito di squadra darò il mio contributo nei plurinominali di Impegno Civico, sperando però che questa campagna elettorale sia caratterizzata da proposte per i cittadini e no da attacchi, insulti e odio”. Così il vice ministro dell’Economia e delle Finanze Laura Castelli, deputata di Impegno Civico. “Con Impegno Civico abbiamo una proposta chiara – sottolinea -, la sfida è andare oltre il 3%, daremo il massimo per raggiungere l’obiettivo”.

12:21

Chiaraluce (Casapound) capolista Italexit nel Lazio. Paragone deposita le firme
 

Italexit, ‘Per l’Italia con Paragone’ è stata la prima lista ad essere presentata alla Corte di Appello di Roma, per il Lazio. Entrando i rappresentati hanno dichiarato di avere raccolto tutte le firme necessarie e che si presenteranno in tutta Italia, attualmente ancora al vaglio dei magistrati. Nel Lazio 1 candidata come capolista per i plurinominali 2 e 3, Carlotta Chiaraluce, militante romana di Casapound. Poi William De Vecchis, senatore, Nunzia Schilirò, la vicequestore no vax. Gianluigi Paragone dovrebbe essere candidato in Lombardia e Puglia.

11:56

Gianni Pittella lascia Pd: Terzo polo embrione di speranza. Il fratello Marcello candidato con Azione al Senato

“Molte delle ragioni politiche e culturali che mi avevano indotto a scegliere di contribuire alla fondazione” del Pd “e poi a candidarmi alla segreteria del partito mi appaiono in questa fase storica più sbiadite e incerte”, spiega Gianni Pittella in un post su facebook in cui annuncia l’addio al partito del Nazareno.

“E aggiungo che negli ultimi tempi si sono aggiunte anche delusioni umane, quando per me, come chi mi conosce sa, il rapporto umano ha un valore prezioso. Molti argomenti di considerazione politica li avevo avanzati in sede pubblica. Rivendicavo la necessità di accentuare il carattere riformista e riformatore del partito, compiendo scelte nette e moderne su temi stretegici, sviluppo, indipendenza energetica, mercato del lavoro, giustizia e garanzie per i cittadini. Ho avuto per risposta una certa ondivaga tiepidezza, per lo più per non collidere con le posizioni tradizionali della sinistra massimalista o dei 5 Stelle. Il Terzo Polo di Calenda e Renzi mi pare un embrione di speranza”.

La decisione arriva all’indomani dell’annuncio del fratello Marcello, ex governatore della Basilicata, di candidarsi al Senato per Azione.

 

11:50

Renzi, che tristezza vedere sinistra mettere in dubbio Israele

Così, su Twitter, Matteo Renzi, leader di Italia viva. 11:47

Nuova riunione Fratelli d’Italia sulle liste per rush finale
 

Una nuova riunione del centrodestra sulle liste di coalizione è in corso nella sede di Fratelli d’Italia, a Roma. Come apprende l’ANSA, prosegue il lavoro di verifica dei documenti, incastri tra collegi e candidature e parità di genere alla luce delle liste che ogni partito del centrodestra sta completando e di quelle di coalizione. Lo schema complessivo delle candidature nei collegi uninominali e plurinominali va depositato, per legge, entro domani alle 20 alle Corti di appello.

11:29

Pd: Durigon candidato, da Lega nostalgia ventennio

“La Lega è pronta a candidare a Viterbo (forse perché a Latina sarebbe stato davvero troppo…) Claudio Durigon, potente ras salviniano nel Lazio, che appena un anno fa voleva intitolare il Parco di Latina ad Arnaldo Mussolini, fratello del Duce. Gravissimo, ma ancora più grave perché ora quel parco è il parco Falcone Borsellino, i due eroi italiani alla lotta alla mafia. Quindi la Lega promuove i nostalgici del ventennio che addirittura vogliono cancellare la memoria della lotta alla mafia. Durigon per questa storia si è dimesso un anno fa da sottosegretario all’Economia. Ma eccolo ora rispuntare in un seggio blindato: per Salvini evidentemente Mussolini è più importante di Falcone e Borsellino”. Lo dichiara Andrea Casu, segretario del Pd Roma.

11:08

Salvini dice sì al confronto tra leader principali forze

“Credo che gli italiani abbiano il diritto di valutare tutte le idee dei partiti, e quindi auspico un dibattito con le principali forze politiche e i loro leader. In un confronto con la presenza di Letta, magari potrei sperare di avere qualche risposta sui vergognosi candidati del Pd che insultano Israele e sulle imbarazzanti risse nel Pd di Roma (c’entrano le polizze assicurative da far stipulare al Campidoglio?). Potremmo anche parlare, finalmente, dei programmi: Flat Tax, Quota41, pace fiscale, energia e nucleare, sicurezza e immigrazione, caro bollette e potere d’acquisto. Io ci sono. E gli altri?”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini.

11:04

Mentana, La7 pronta a confronto tv leader quattro poli venerdì 23 settembre

“Noi siamo pronti a ospitare in prima serata venerdì 23 settembre su La7 i leader dei quattro poli per un confronto finale. Se vorranno, sarà diretto”. Lo scrive su facebook il direttore del Tg de La7 Enrico Mentana.

10:28

A Novara ex M5s Castelli al posto militante storica Pd

Colpo di scena nella composizione delle liste del Partito Democratico. Sul filo di lana è stata inserita a sorpresa nell’uninominale per la Camera nel collegio del Piemonte 2 la viceministra dell’Economia, Laura Castelli, ex M5s poi confluita in ‘Impegno civico’ di Luigi Di Maio. Castelli dopo aver lavorato nel gruppo pentastellato al Consiglio regionale del Piemonte, nel 2013 e’ stata eletta per la prima volta alla Camera. Rieletta nel 2018 e’ arrivata al ministero dell’Economia nel primo governo di Giuseppe Conte.

La decisione assunta dal Nazareno sul collegio di Novara – considerato comunque perdente – ha sorpreso i dirigenti locali del partito: Castelli ha ‘tolto’ il posto a una militante storica, Milù Allegra, segretaria cittadina e consigliera comunale con record di preferenze. Allegra resta nel listino plurinominale al secondo posto, ma la decisione di cancellare il suo nome dall’uninominale è risultata indigesta ai dem novaresi, dopo il ‘caso’ della candidatura di Federico Fornaro di Leu come capolista.

10:22

Muroni, accetto proposta di Letta

“Accetto la proposta di Enrico Letta. Sarò candidata in un collegio uninominale nella Capitale. Una sfida impegnativa che porterò avanti con tutta la mia energia. Questa è la mia città. Roma è casa mia”. Così Rossella Muroni, ecologista e ex presidente di Legambiente.



Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verification for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.