Battaglia per i cinghiali nel parco alla Spezia, il presidente Toti assicura: “Non saranno uccisi”

Posted on

Alla Spezia la battaglia dei cinghiali nel parco ha avuto un’improvvisa schiarita. Dopo l’allarme sull’imminente abbattimento dei cinghiali è intervenuto infatti il presidente della Regione Liguria Toti smentendo l’ipotesi e spiegando che si lavora ad una soluzione non cruenta. Con una nota pubblicata l’altra sera le associazioni e gli attivisti che da 14 giorni presidiano i cancelli del Parco della Maggiolina, dove sono imprigionati nove cinghiali, due mamme e sette cuccioli, avevamno annunciato infatti che gl animali sarebbero stati  uccisi domani mattina.  “Non c’è più tempo per sperare in un ripensamento delle istituzioni _ spiegavano _ La ASL vuole prelevare i cinghiali lunedi mattina all’alba, per questo abbiamo bisogno di persone qui: chiediamo a tutti coloro che hanno mostrato solidarietà e si sono attivati per la liberazione dei cinghiali di accorrere subito a La Spezia per fare da scudo e opporsi a questa ingiustizia” E avevano anche minacciato: “non ci resta che fare barriera con i nostri corpi”..

In giornata è intervenuto il presidente della Regioen Giovanni Toti , che ha smentito la decisione di abbatterli e ha annunciato di avere chiesto al Dipartimento Agricoltura della Regione e alla Azienda sanitaria del territorio per il tramite del servizio veterinario, “di procedere innanzi tutto ad un esame della condizione di salute dei cinghiali”, spiegando che “ogni intervento nel parco delle prossime ore sarà esclusivamente finalizzato ad accertare le condizioni di salute degli animali, ed in particolare della sussistenza o meno del virus della peste suina. E chiediamo a tutti coloro che si interessano attivamente di tutto questo di agevolare in ogni modo queste operazioni. Solo all’esito dei risultati verranno prese ulteriori decisioni che tutelino al meglio i molteplici interessi di questa vicenda”.

 

Il caso

Cinghiali, finisce in Procura la battaglia dei cinghiali della Spezia

19 Agosto 2022

Tutto è partito ormai due settimane fa, quando una famiglia di cinghiali è entrata nel parco pubblico chiamato appunto della Maggiolina, sono intervenuti i vigili, il parco è stato chiuso al pubblico e da quel momento è iniziata la contesa. A lungo Comune e Regione non sono riusciti a trovare una soluzione per uscire dall’impasse: la legge regionale prevede l’abbattimento ma il Comune, con ordinanza sindacale, ha invece richiesto la ricollocazione dei cinghiali in un luogo sicuro. Nonostante l’interessamento degli animalisti per trovare una struttura idonea ad accoglierli, la situazione è rimasta bloccata finora. E le giostre del parco sono rimaste chiuse, con un danno pesante per i giostrai, tanto che c’è stata anche una manifestazione di mamme e bambini in difesa loro.

Nel frattempo nei giorni scorsi è stato trovato morto uno dei cuccioli. La carcassa è stata recuperata e l’autopsia effettuata dalla sanità veterinaria ha escluso che a uccidere l’animale sia stata la peste suina. Ma le risultanze dell’autopsia restano sotto più stretto riserbo. La vigilanza veterinaria regionale infatti ha redatto una informativa che è stata depositata in Procura il cui contenuto, sottolinea Asl5, non verrà divulgato. Non è escluso dunque che il cucciolo di cinghiale non sia morto per cause naturali o per denutrizione.

Argomenti

Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verification for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.