A Londra la Pasta alla Bolognese costerà 35 euro

Posted on

Non cambiano gli ingredienti, sale – il caso di dirlo – alle stelle il prezzo: 30 sterline (circa 35 euro) per la Pasta alla bolognese di Angela Hartnett, piatto prediletto della chef stellata londinese nota per la sua cucina italiana, dove la pasta, autoprodotta, domina incontrastata. Un riferimento per gli italiani della City ma anche per i britannici e non solo, che hanno adattato le proprie attitudini a gastronomiche attorno al nostro piatto tipico, concependolo sia come un primo sia come un secondo piatto. “Ne costava 10 (di sterline) come first course e 14 come main solo dieci anni fa”, ricorda la stessa Hartnett a Bloomberg, raccontando con amarezza che se il prezzo oggi è lievitato in questo modo “è colpa dell’inflazione”. 

Il ricco condimento della Pasta alla Bolognese 

Un prezzo che lei stessa sostiene essere troppo elevato, ma che è il risultato dell’analisi fatta con Chris Yates, amministratore delegato di Angela Hartnett Ltd, al momento di discutere e re-inserire la Pasta alla Bolognese nel menu di questo autunno.

 

E’ dispiaciuta, Hartnett, perché la Pasta alla Bolognese l’ha inserita pure nei suoi libri di ricette, accompagnando l’abbondante ragù a pasta prodotta artigianalmente. “Mi chiedevo perché la nonna (originaria di Rubiera, in Emilia, ndr) passasse secoli a tagliare la carne per il ragù alla bolognese, invece di usare carne macinata comprata dal macellaio. La risposta è perché ha un sapore molto migliore”, scrive Hartnett, 53 anni, a capo del ristorante stellato Murano e dei Café Murano (tre locali, Covent Garden, St. James e Bermondsey) dopo vent’anni trascorsi nella brigata di Gordon Ramsey. 

La chef stellata Angela Hartnett 

Eppure la situazione è questa: pandemia, guerra russo-ucraina, mancanza di materie prime, rincari. L’elenco di concause è noto e lungo, l’aumento dei prezzi è schematizzato in modo molto razionale: il prezzo della pasta (500g) cresciuto del 31.4%; quello dell’olio d’oliva (500ml -1l) del 14.4%; carne di bovino (per kg) 11.6%; cipolle (per kg) +8.5%; carne di maiale (per kg) 7.2%; vino rosso europeo (75cl), 5.5% parmigiano (per kg) 4.6%; nullo l’aumento del costo della polpa di pomodoro (390-400g) 0%, l’unico ingrediente a essere deprezzato è la carota (per kg), -1.4%. Troppo poco per allineare il costo finale a quelli di produzione. Prezzi finali che aumenteranno comunque di circa il 20%, per gli altri piatti in carta. Quindi, se un antipasto medio di pasta al Café Murano costava 11,50 sterline ora lo si trova a circa 15. “Dispiace far pagare il cliente – dice ancora Hartnett – ma ormai gli aumenti di prezzo sono troppo alti per essere assorbiti interamente dai ristoratori”. 

 

Resta da capire se i clienti saranno disposti a chiudere un occhio di fronte all’aumento dei prezzi per quello che, nel Regno Unito, è diventato il condimento “principe”, se è vero che i consumi di “Ragù alla Bolognese” negli scaffali dei supermercato è cresciuto di oltre il 25% nell’ultimo anno. Hartnett sembra abbastanza sicura: “La nostra clientela sa che non lo facciamo per avidità o per poterci godere una vacanza in più, ma solo per tenere a galla la nostra impresa”.

Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verification for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.